• Home
  • Login
  • Area Artista
  • Galleria del Premio Suzzara
  • Facebook
  • Instagram
  • News

    L'attitudine ecologica di IVECO, cronaca di un progetto esemplare

    Martedì 5 febbraio 2019 si è tenuto presso lo stabilmento IVECO di Suzzara un importante incontro tra i rappresentanti dell’azienda, l’ing. Antonio Cetera responsabile dell’impiantistica e la responsabile della comunicazione Raffaella Acerbi, l’artista Susanna Baumgartner e l’agronomo Massimiliano Cecchetto (ETEROTOPIA) autori del progetto “L’arte delle piante” selezionato da IVECO su proposta del Premio Suzzara, l’assessore alla cultura Raffaella Zaldini e il conservatore del Museo Marco Panizza.


    L'attitudine ecologica di IVECO, cronaca di un progetto esemplare

    Dopo la visita aziendale avvenuta il 3 settembre 2018 per il primo studio di fattibilità, Baumgartner e Cecchetto hanno fornito all’IVECO, a metà novembre circa del 2018, il progetto circostanziato allo spazio messo a disposizione dell’azienda.
    L’incontro del 5 febbraio ha avuto lo scopo di superare gli ultimi problemi e ostacoli per dare inizio ai lavori. Si sono analizzate certe difficoltà relative alla realizzazione delle vasche di vetro, si è parlato di alternative con altri materiali senza rinunciare alla trasparenza, indispensabile per cogliere la vita dei microrganismi, radici ecc. Susanna Baumgartner si è premurata di salvaguardare l’aspetto estetico dell’operazione pur nella disponibilità a eventuali cambiamenti o ridimensionamenti. Massimiliano Cecchetto ha tenuto lo stesso atteggiamento nel precisare la scelta di certe piante in quanto autoctone e in rapporto al processo di fitodepurazione da realizzare. Si è discusso dei colori dell’edificio che circonda il giardino in corso di progettazione, della necessità di conservare le vasche interne allo stabilimento per gli esperimenti di fitodepurazione in corso ad opera dell’IVECO per il riciclo dell’acqua.
    A seguito dei numerosi temi trattati l’IVECO si impegna a realizzare i disegni in esecutivo del progetto dopo la preparazione da parte di ETEROTOPIA di un progetto di massima, chiaro da un punto di vista concettuale, che tenga conto delle problematiche affrontate. Susanna Baumgartener ribadisce l’importanza di una documentazione video dello svolgimento dei lavori. 
    Tutti rimaniamo entusiasti di fronte all’idea che la costruzione del giardino dovrebbe avere l’apporto dei dipendenti e delle loro famiglie.
    Come Museo ribadisco la forza esemplare di questo progetto peraltro già rilevata il 27 novembre 2018 a Mantova in occasione del World Forum of Urban Forestation dove all’unanimità si è convenuto che “tale intervento, visibile da tutti i suzzaresi tramite video e grazie a visite organizzate, amplificherebbe in senso positivo l’immagine di IVECO a livello locale, mentre a livello internazionale rappresenterebbe probabilmente l’unico esempio di opera d’arte a funzione ecologica ed estetica in un’area industriale”. 

    Marco Panizza
    Conservatore della Galleria del Premio Suzzara