• Home
  • Login
  • Area Artista
  • Galleria del Premio Suzzara
  • Facebook
  • Instagram
  • Youtube
  • Autore

    Carla Della Beffa


    Narciso

    Trasparenza e delimitazione dello spazio

    Parole Chiave


    Azienda


      Documenti




    Descrizione

    Narciso crea un dialogo fra trasparenza e delimitazione dello spazio, e interpella lo spettatore, lo mette in gioco, trasforma quello che credevamo di sapere in una cosa nuova, diversa: è una rivelazione, combina il valore simbolico dell'acqua, la trasparenza del vetro e i miti antichi.



    La trasparenza dell'acqua e del vetro è misteriosa: permette di vedere al di là, ma sa anche essere opaca, nascondere profondità e mistero.
    Rami nudi d'inverno riflessi nell'acqua sono riprodotti su vetri o specchi posti o alla base di un gruppo di  piante rigogliose. Le riflettono, come un laghetto; suggeriscono il ciclo delle stagioni.  Le stesse immagini possono rivestire pareti, un po' come nella canzone di Gino Paoli "questa stanza non ha più pareti, ma alberi, alberi infiniti".
    Questa reinterpretazione del mito di Narciso riflette e fa riflettere: parla di natura, di bellezza, di vanità. Raffinato, quasi ipnotico, trasforma lo spazio e la percezione, e potrebbe diventare un  prodotto di nicchia.