• Home
  • Login
  • Area Artista
  • Galleria del Premio Suzzara
  • Facebook
  • Instagram
  • Progetto realizzato da TEA S.p.A.
    Autore

    Sabrina D’Alessandro


    FANNÒNNOLA

    Il fare e la produttività sono impossibili senza l'ozio

    Parole Chiave


    Azienda


    Documenti
    SabrinaDAlessandro-fannonnola.pdf




    Descrizione

    L’Urps - Ufficio Resurrezione Parole Smarrite- vorrebbe qui proporre alle imprese un progetto che attraverso l’arte e il Lavoro torna a diffondere parole antiche, ma ancora veraci, sonore e significative.La storia di tutte le imprese descritte nella chiamata alle arti è una storia del “fare”. Al di là dei singoli settori di produzione e delle parole chiave collegate, il fare è filo conduttore che rende le imprese rappresentanti per eccellenza del Lavoro e dell’operosità del territorio Suzzarese.



    La proposta è quella di realizzare un progetto che esprima questa produttività nel suo… contrario. Nel caso specifico il contrario del fare si concretizza in una panchina “fannonnola", ovvero che non fa e non vuole fare nulla. Il senso di questa panchina sta nel ricordare quanto il fare e la produttività siano impossibili senza l’ozio e potrà essere usata da dipendenti e operai delle aziende durante i momenti di pausa e relax, per poi trasferirsi nella piazza cittadina. La panchina fannonnola può essere anche più di una ed è prevista anche in versione maschile (il fannonnolo).


    Realizzazione

    50esimo Premio Suzzara, progetto A.L.I.,  
    installazione dell'opera di Sabrina D'Alessandro "Fannònnola",
    prodotta da T.E.A.. L' opera è stata collocata il 27 settembre 2018 a Suzzara


    Dove si trova

    in viale Zonta, di fronte al Monumento ai Caduti