• Home
  • Login
  • Area Artista
  • Galleria del Premio Suzzara
  • Facebook
  • Instagram
  • Autore

    Diego Soldà


    Procedimento esploso


    Parole Chiave


    Azienda



    Descrizione

    "Procedimento esploso” è un progetto per mostrare tutti i vari passaggi
    di deformazione plastica che intercorrono fra il materiale“ grezzo”
    non ancora plasmato e l’oggetto finito;
    L’ipotesi che io propongo per questo progetto è quella di suddividere
    in “fotogrammi” di tutta la fase di imprimitura che avviene nello
    stampo, quel momento “nascosto” che avviene all’interno dello stampo
    ma che è determinante per la realizzazione di un prodotto.
    Per arrivare a ciò vorrei che lo stampo non esercitasse totalmente la
    sua pressione, ma che venisse scaglionata un pò alla volta, frammentata,
    e che in questi frammenti del processo venisse di volta in volta
    sostituita la lastra.



    Questa frammentazione processuale si può estendere anche a tutte le
    altre fasi.. per esempio anche alla foratura, e in tal caso i pezzi tagliati
    saranno tenuti e esposti come parte integrante del lavoro.

    La scelta della forma da stampare può variare, in accordo con l’azienda,
    ovvio che più sarà “profonda” l’imprimitura da fare meglio risulterà
    nello sviluppo del processo che non ha, appunto per questo motivo,
    un numero preciso di lastre, ma che se dovessi ipotizzarlo per
    esempio in uno stampo profondo 20 cm sarà di almeno un 10 lastre...
    L’esposizione di queste imprimiture verrebbe fatta appendendole in
    successione, in ordine di esecuzione, dalla lastra di partenza l’’ultima,
    finita in tutte le sue parti, comprese etichette o incisioni..con l’aggiunta
    dei tagli fatti in corrispondenza della lastra a cui sono stati tolti.
    La parte più visibile in ogni caso dovrà essere il retro del prodotto,
    quello che di solito non è a vista quando il prodotto è in “utilizzo”,
    questo per rimandare non all’utilizzo dello stesso..ma al suo processo
    di forma.

    in ogni caso la soluzione espositiva può essere modificata, dipende
    dal risultato delle lastre; se per esempio il metallo venisse contorto o
    per altri motivi dovuti alla lavorazione che mio malgrado non posso
    ancora sapere..