• Home
  • Login
  • Area Artista
  • Galleria del Premio Suzzara
  • Facebook
  • Instagram
  • Youtube

  • Roberto Remi


    Roberto Remi inizia la propria attività artistica nell’ultimo scorcio degli anni Sessanta. L’attitudine al pensiero critico e autocritico si coglie costantemente, Remi afferma e nega, in una fedeltà a se stesso che non viene mai meno e che nasce dall’investigazione degli strumenti primari dell’arte, in una visione estetica che non esclude nessun genere espressivo. Egli “gioca” sulla contaminazione dei campi poetici, in un corto circuito di pittura-scultura-design-poesia-architettura privo di ogni compiacimento, con il solo intento di affondare la propria identità in quella dell’arte, mantenendo inalterata negli anni una tensione formale di limpida purezza, senza fare naufragio: - L’immagine interna del Teatro Pietro Aretino (Roberto Remi e Alessandro Mendini / Arezzo 1999) è caratterizzata da Eaooue: una grande pittura (1360 x 730 cm) che ne ricopre interamente il cielo. - Dal 2004, n°10 Poesie sono parte della Biblioteca Riccardo e Fernanda Pivano / Fondazione Benetton - Studi Ricerche. Milano. - È presente alla 3ª Triennale Design Museum / Quali Cose Siamo (Milano 2010-11) con ALLELELELLA, la scultura sospesa che rimanda al logo ed è il concetto dell'interpretazione di quella stessa Triennale. - Nel 2017 Peter Assmann cura una sua ampia personale nel Palazzo Ducale di Mantova, - per l’evento “SCULTURA IN PIAZZA’’ colloca in Piazza Castello l’opera All’Aria! Chiara (738x150x155cm. 1980) e il MiBACT la acquisisce per lo stesso Complesso Museale. - La Bocconi Art Gallery (Università Bocconi - Milano) presenta LLALLALLALL (2017) un’installazione di otto sculture sospese in un comodato di lunga durata.


    Email: robertoremi.100@gmail.com

    LLALLALLALL

    LLALLALLALL - ll museo sulla città · L'arte sulla cittàimmagine riprodotta su pannello (alluminio/ ...

    continua